Paguro – Pagurus bernhardus

Paguro – Pagurus bernhardus

I paguri sono una specie di crostaceo molto diffusa in tutti i mari del pianeta, vivono generalmente in acque non troppo fredde comprese tra i 18 e i 25 gradi ed è possibile incontrarli fino a 80 metri di profondità

La caratteristica principale dei paguri è il loro corpo privo di ogni forma di protezione, dalla consistenza molle e senza il classico carapace che normalmente ricopre il corpo dei crostacei. I paguri invece, ricorrono ad un particolare stratagemma di difesa, vivono all’interno di conchiglie vuote, infatti il loro corpo affusolato è perfetto per inserirsi all’interno delle conchiglie che trovano sul fondale, con la sua potente coda poi è in grado di ancorarsi saldamente e di ritrarsi all’interno della conchiglia in caso di pericolo.

Paguro bernardo - 02Paguro bernardo - 04

I paguri sono dei dodecapodi, cioè muniti di 10 zampe con le quali sono in gradi spostarsi molto velocemente anche su fondali irregolari. Sono animali in continuo movimento, sia per la ricerca di cibo, si nutrono praticamente di qualunque cosa sia di origine animale, ma anche perchè sono sempre alla ricerca di una conchiglia che si adatti al meglio al loro corpo. Infatti man mano che i paguri crescono hanno la necessità di cambiare la conchiglia in cui vivono con una di dimensioni maggiori.

Paguro bernardo - 03Paguro bernardo - 05

Si conta che in tutto il mondo esistano centinaia di specie di paguri, in alcune zone tropicali se ne possono incontrare anche di terra. Nel mar mediterraneo uno dei più diffusi è il paguro bernardo (Pagurus bernhardus), detto anche volgarmente  “paguro eremita”, che è anche una delle specie più grandi, può arrivare infatti a 30 cm di lunghezza. Una delle più spettacolari caratteristiche dei paguri è il livello di simbiosi raggiunto con una particolare specie di attinia, detta anche “anemone del paguro”. Queste attinie vivono sulla conchiglia dei paguri sfruttando la possibilità di muoversi e di nutrirsi con i sedimenti sollevati dal paguro, che a sua volta usufruisce della presenza della attinia sia perchè ne aumenta notevolmente il mimetismo, sia perchè questa produce una sostanza urticante da cui i paguri sono immuni, ma che tiene lontani i predatori.

Il risultato di questo perfetto esempio di simbiosi, come è possibile vedere dalle foto, è particolarmente scenografico.

Superfamiglia: Paguroidea

Famiglia: Paguridae

Genere: Pagurus

Specie: Pagurus Bernhardus

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *